PEC - Posta Elettronica Certificata

Si rammenta che il professionista, all'atto di iscrizione all'Albo, è tenuto a sottoscrivere e firmare la richiesta di attivazione Pec in ossequio alla vigente legge Legge n. 2 del 2009 e ss. che impone a tutti i professionisti iscritti in albi ed elenchi istituiti con Legge dello Stato di dotarsi e comunicare il proprio indirizzo PEC (Posta Elettronica Certificata) agli Ordini o Collegi professionali di appartenenza.

Si precisa che il CONAF e l’EPAP hanno predisposto un servizio gratuito per i propri iscritti, pertanto è sufficiente che il richiedente presenti in Segreteria, unitamente al proprio documento di identità, il modulo di attivazione Pec compilato e firmato. 

Si ricorda, infine, che l’indirizzo Pec verrà comunicato agli Enti Pubblici e pubblicato nel registro denominato Indice Nazionale degli Indirizzi di Posta Elettronica Certificata (INI-PEC) e ciò ha valore di domiciliazione informatica, pertanto, qualunque soggetto, compresa la Pubblica Amministrazione, può notificare a questo indirizzo (da Pec a Pec) atti giudiziari, tributari, cartelle di pagamento, avvisi di accertamento e altro, con trasmissione avente valore legale di notifica.​ 

La Pec, dunque, ha valore legale e sostituisce la raccomandata a/r, pertanto occorre presidiare costantemente la casellaal fine di evitare spiacevoli inconvenienti.

CLICCARE SULL'IMMAGINE PER IL MODULO